Il fantasma del campanile della chiesa della Mercede

Condividi su

Facebook
WhatsApp

Vi siete mai chiesti quali storie si celino dietro i misteriosi fenomeni che avvengono nella vostra città? Una leggenda racconta di una suora che, ogni sera, si affaccia sulla campana della Chiesa della Madonna della Mercede a Piazza Capo e guarda verso il Palazzo Serenario. Chi è questa suora e cosa sta cercando?
Si dice che questa storia abbia radici nella tragica vicenda di un seggettiere, il suo figlio rapito e la figlia costretta a prendere i voti in un convento. Scopriamo insieme questa commovente leggenda.

La leggenda del fantasma del Capo

Un seggettiere aveva un negozio per costruire portantine e “sedie volanti” in una viuzza vicino a Piazza Sant’Anna al Capo. Un giorno, aveva eseguito alcuni lavori di riparazione alla portantina di un signorotto della nobiltà di Palermo. Quando il maestro artigiano presentò il conto al signorotto, questi ritenne che il prezzo fosse troppo alto e andò in escandescenza, facendo picchiare dai suoi lacchè il povero seggettiere.

Non contento, il signorotto fece rapire Angela, la figlia del seggettiere, e abusò di lei. Angela, una volta liberata, tornò a casa portando in grembo il triste frutto della violenza. Il padre, per nascondere il disonore caduto sulla propria figlia, decise di chiuderla in un convento delle cappuccinelle, che era stato costruito dalla confraternita dei “Mercedari”.

Dopo aver partorito una bambina, Angela pronunciò i voti e la figlia fu adottata da una nuova famiglia. Passarono dieci anni e suor Angela, distrutta dalla ferita mai guarita per aver perso sia la figlia che la libertà, si ammalò gravemente e morì. Poco prima di morire, le fu raccontato che sua figlia, ormai adolescente, prestava servizio come cameriera nel palazzo del pittore Gaspare Serenario, a pochi passi dal convento.

Si dice che, dopo la morte di suor Angela nel 1746, sulla campana della Chiesa della Madonna della Mercede, a Piazza Capo dove un tempo sorgeva il convento, una suora si affacci ogni sera e guardi verso il Palazzo Serenario, forse sperando di vedere affacciato qualcuno. Potrebbe essere Angela, che spera di vedere quella figlia che non ha mai conosciuto? La leggenda di questa suora misteriosa e del suo legame con il Palazzo Serenario è una storia davvero commovente e affascinante.

 

Lascia un commento

Alessio Arena

Alessio Arena

Articoli recenti