La taverna della “Ngrasciata”

Condividi su

Facebook
WhatsApp

In via Messine Marine, passando Villa Giulia, in Piazza Tumminello dove c’era l’ex Opificio del gas c’era anche la Taverna della “Ngrasciata”.
La proprietaria un’ex scopariota portava come”nciuria questo poco edificante aggettivo da generazioni.
Nella sua taverna, pulitissima, preparava succulenti prelibatezze siciliane, era frequenta dai palermitani. che tra un piatto di bucatini con le sarde e una frittura di Maccarronello non disdegnavano un bel boccale di vino o di birra.
L’attività era nata subito dopo la Grande Guerra divenendo metà fissa per i palermitani che volevano pranzare all’aria aperta assaporando i sapori di casa.  La trattoria del buon gusto palermitano ha chiuso i battenti alla fine degli anni settanta, tra i commensali ha avuto Intellettuali come Leonardo Sciascia e Renato Guttuso.

Lascia un commento

Salvino Arena

Salvino Arena

Articoli recenti