De Musset definì Palermo Palermo “Una cortigiana che soggioga i corteggiatori”

Condividi su

Facebook
WhatsApp

De Musset paragonò la città di Palermo ad una cortigiana che soggioga i suoi corteggiatori.

Paul De Musset, autore del divertente resoconto “Percorso in lettiga Italia-Sicilia” del 1845.
Meno conosciuto dell’illustre fratello Alfred, Paul de Musset, oltre a numerosi romanzi e novelle, scrisse due corposi resoconti di un viaggio in Italia e in Sicilia effettuato nel 1843 e durato un anno intero – Course en voiturin, e Voyage pittoresque en Italie et en Sicile – che ebbero tanto successo da essere ripubblicati una diecina di volte in Francia dal 1845 alla fine del secolo. Due relazioni ricche di dettagli aneddotici, di particolari pittoreschi, di piccole novelle, di dialoghi vivaci, di avventure narrate col tono simpatico del viaggiatore felice.

Era il 1865 e Paul De Musset, nel suo “Voyage pictoresque en Italie”, scriveva: «Il turista indipendente alza le spalle apprendendo che non si ottiene il permesso di entrare in Sicilia senza dire il motivo del proprio viaggio all’ ufficio di polizia». E lo scrittore suggerisce anche uno stratagemma: «Si può anche accennare ad una tossetta secca, e assicurare il bisogno che si ha di respirare l’ aria di Palermo».

Ecco cosa dice della città di Palermo:
“si dovrebbe rappresentare Palermo come una cortigiana che soggioga i corteggiatori più fieri e li mette ai suoi piedi”.

Paul de Musset, si lasciò affascinare piuttosto dall’elemento passionale e barbarico dell’isola, dalle civiltà arabe e normanne, dai fasti della dominazione spagnola, dal folclore dei costumi degli abitanti, tutti elementi  al contrario dei viaggiatori neoclassici che consideravano stridenti.

Dopo essere rimasto colpito ed affascinato dalle attrattive monumentali e paesaggistiche incontrate lungo la strada da Messina a Taormina.  Un’apoteosi sarà l’arrivo a Palermo scrivendo: « La Sicilia ha la struttura ideale per essere una terra popolosa, felice e desiderata. È una terra promessa. […]. I colori della stessa Italia sono sbiaditi e la Francia sembra cristallizzata in fondo a una ghiacciaia ».

Musset nel suo libro Voyage pittoresque scrive:« Bisogna che il viaggio in Sicilia si concluda con un periodo di riposo a Palermo, per portare con sé un buon ricordo di questa terra »

 

Paul De Musset è stato uno scrittore nato in Francia nel 1804 e morto nel 1861; fratello del famosissimo scrittore Alfred de Musset, . De Musset tra le opere più conosciute c’è Voyage pittoresque en Italie scritta  all’incirca nel 1855.
Foto: Porta Nuova ( Catti Michele Palermo 1855-1914) l’opera si trova alla G.AM.  Empedocle Restivo di Palermo

Lascia un commento

Salvino Arena

Salvino Arena

Articoli recenti