La città con “la torre pendente” abbellita con marmi provenienti da Palermo

Condividi su

Facebook
WhatsApp

Tra delle principali attrattive della città di Pisa oltre alla “torre Pendente” c’è la Cattedrale. Pochi sanno che la Famosissima Piazza dei Miracoli è stata impreziosita con marmi che saccheggiati a Palermo  Nella Cattedrale di Pisa è leggibile in una lapide murate nella facciata che la suddetta chiesa è stata costruita con marmi pregiati provenienti dal favoloso bottino fornito ai Pisani dal saccheggio di Palermo del 1063.
La costruzione della Cattedrale fu iniziata nel 1063 (1064 secondo il calendario pisano all’epoca vigente) dall’architetto Busketo, con la decima parte del bottino dell’impresa pisana in Sicilia nel porto di Palermo contro i Musulmani (1063).
Il Duomo presenta nel suo paramento esterno contrastate cromie bianco-nere, sia a zone sia a fasce, di matrice araba, ed un uso massiccio di materiali di reimpiego provenienti da monumenti d’età romana, allo scopo di sottolineare la grandezza della città di Pisa, “altera Roma”. Elementi decorativi quali losanghe, un grifone bronzeo di manifattura islamica indicano chiaramente la provenienza Palermitana. Le maestose colonne di granito di stile corinzio che si trovano tra la navata e l’abside provengono dalla una moschea di Palermo, razziate dopo la battaglia nella Cala dai Pisani nel 1063
Anche la scultura in bronzo che fa bella mostra nella famosa piazza Dei miracoli appartiene al bottino di guerra preso ai saraceni, nel 1063 a Palermo. E, infatti, è proprio grazie a tali ricchezze che l’attuale ‘Piazza dei Miracoli’ cominciò ad essere realizzata.

Lascia un commento

Salvino Arena

Salvino Arena

Articoli recenti