Il Palazzo Costantino “nel Canto dell’autunno

Condividi su

Facebook
WhatsApp

Palazzo Costantino è una delle dimore più imponenti di via Maqueda, a ridosso dei Quattro Canti.
Palazzo Costantino è il prospetto del Canto con alle spalle il mandamento Castellamare, protetto da Sant’Oliva, che ospita la statua del re Filippo IV e la fontana dominata dalla rappresentazione scultorea dell’autunno.

Il palazzo fu costruito da Giuseppe Merendino su strutture seicentesche. Passò in eredità alla Famiglia Costantino e fu oggetto di un’importante ristrutturazione, iniziata su un’idea di Andrea Giganti, ma continuata alla fine del ’700 su progetto dell’architetto Venanzio Marvuglia, che lavorò su elementi tradizionali del ’700 integrandoli con il nascente stile neoclassico.
Sui soffitti sono rappresentate le allegorie della Virtù, Diana e Endimione, e la battaglia di Costantino, realizzati da importanti pittori barocchi siciliani.
E di fatto Palazzo Costantino è una sorta di museo della storia cittadina, nelle volte ha il repertorio completo di tutti gli artisti palermitani del ‘700, da Martorana a Serenario, Vito D’Anna, Fumagalli, Velasco, Interguglielmi
I Costantino erano una famiglia di magistrati.
La storia recente di Palazzo Costantino è molto travagliata, tra saccheggi e battaglie a colpi di carte bollate la struttura che ospita uno dei monumenti più rappresentativi di Palermo giace nell’abbandono, Dagli anni ’50 in poi Palazzo Costantino è stato spogliato totalmente di arredi, porte, sovrapporte, camini, persino dei pavimenti e delle finestre, nonostante due vincoli posti sul bene, uno del 1909 e l’altro del 1949.
Nell’atrio sono conservati antichi cannoni.

Nel 2000 palazzo Costantino venne acquistato, insieme all’attiguo palazzo di Napoli, da Roberto Bilotti Ruggi d’Aragona, imprenditore e mecenate, con l’obiettivo di creare un prestigioso hotel-museo, ma i ritardi di diversi anni nell’emissione della concessione edilizia bloccarono il progetto.

Visitabile in occasione della manifestazione “Le vie dei tesori.

Lascia un commento

Salvino Arena

Salvino Arena

Articoli recenti