Celebre Maglia di Totò Schillaci all’asta: Una Storia di successo calcistico vissuta e collezionata

Condividi su

Facebook
WhatsApp

I Mondiali di calcio Italia ’90 sono stati l’epico palcoscenico in cui si è scritta la favola di Totò Schillaci. Chi ha vissuto quelle notti magiche italiane non potrà mai dimenticare lo sguardo acceso di Totò Schillaci, che correva per il campo come un aquilone impazzito dopo ogni gol.

Salvatore ‘Toto’ Schillaci non aveva mai segnato per l’Italia prima della Coppa del Mondo FIFA del 1990. Successivamente, è riuscito a realizzare soltanto un altro gol a livello internazionale. Ma per alcune settimane, Schillaci è diventato una superstar globale, trovando con continuità il gol nei Mondiali italiani del ’90.

Purtroppo, il suo gol contro l’Argentina in semifinale non è stato sufficiente per portare i padroni di casa in finale. Tuttavia, c’era ancora tempo per un’ultima gemma. Questa è arrivata nello spareggio per il terzo posto, quando, sul 1-1 contro l’Inghilterra, Schillaci si è guadagnato un calcio di rigore, trasformandolo personalmente. Il sesto gol dell’edizione mondiale italiana ha incoronato il palermitano Salvatore Schillaci capocannoniere della competizione calcistica più prestigiosa.

Totò ha vinto la classifica cannonieri e si è aggiudicato la Scarpa d’Oro, ma non solo. Oltre alla Scarpa d’Oro Adidas, da capocannoniere dell’Italia ’90, Schillaci ha portato a casa anche il Pallone d’Oro del torneo, riconosciuto come il miglior giocatore della Coppa del Mondo.

Totò Schillaci era entrato in nazionale grazie al desiderio di tutto il popolo del calcio italiano. Nato a Palermo l’1 dicembre 1964, Schillaci ha iniziato a giocare nell’AMAT Palermo, per poi passare nel 1982 al Messina, in Serie C2.

Dopo sette anni sulle rive dello Stretto, dove è arrivato fino alla Serie B, è passato alla Juventus nel 1989 dopo essere stato capocannoniere della serie cadetta. La sua prima apparizione con la maglia azzurra è stata nell’Under 21 il 14 novembre 1989, quando Totò ha disputato l’unica partita da fuori quota con la nazionale Under 21, a Brighton, in un incontro amichevole contro l’Inghilterra B. L’incontro è terminato 1-1, con Schillaci in campo per 44 minuti. Quei pochi minuti di gioco hanno convinto l’allenatore della Nazionale Maggiore a convocare Totò Schillaci nella squadra che avrebbe disputato i Mondiali, tutto ciò che è successo dopo è storia.

Nel dicembre 2022, Totò Schillaci, diventato negli ultimi anni un noto personaggio televisivo, ha partecipato come venditore in una speciale puntata natalizia di “Cash or Trash — Chi offre di più?” trasmessa sul canale 9. Il programma è dedicato alle aste televisive ed è condotto da Paolo Conticini. La maglia numero 11 indossata in quell’unica partita con l’Under 21 è stata messa all’asta e aggiudicata a 1400 euro,  ad Ada Egidio, figlia di due pietre miliari del collezionismo, che gestisce a Roma una galleria d’arte contemporanea e un negozio di antiquariato. Ada ha dichiarato di aver voluto aggiudicarsi la maglia di Totò perché le ricordava il nonno palermitano con il quale aveva assistito alle imprese di Totò davanti alla televisione.

foto: Totò Schillaci e il cast di Cash or Trash – Chi offre di più?

Lascia un commento

Salvino Arena

Salvino Arena

Articoli recenti